Default welcome msg!

Catene

Grazie ai tipi di acciaio impiegati e ai procedimenti di fabbricazione, le catene fucinate a stampo e componibili, sviluppate dalla RÜBIG, si distinguono per resistenza all’usura, durezza e inalterabilità. Lo smontaggio manuale permette di allungare, mantenere o sostituire con facilità singoli componenti o tutto il traversino.

Le catene RÜBIG sono prodotte in quattro materiali differenti e disponibili in 14 misure diverse, frazionabili, da 29,3 mm a 125 mm. Alcuni tipi sono offerti anche nella versione in acciaio inossidabile antiruggine.

Le catene RÜBIG Serie C sono indicate per applicazioni con catene passanti sotto ruote dentate in movimento. Il maggiore avvolgimento dei ganci garantisce una più lunga durata di esercizio.

 

Griglia Lista

Imposta ordine discendente

13 oggetto(i)

Griglia Lista

Imposta ordine discendente

13 oggetto(i)

  • Applicazioni

    • Impianti di pulitura di rastrellatrici

      Essendosi dimostrate largamente insensibili alle caratteristiche atmosferiche e al materiale trasportato, sporco e umido, le catene RÜBIG risultano ideali in condizioni di esercizio difficili, quali l’utilizzo in impianti di pulitura di rastrellatrici e di piccole centrali idroelettriche.

    • Impianti di triturazione

      La catena RÜBIG viene saldata a traversine, formando un robusto nastro trasportatore scomponibile che assicura la conduzione al trituratore di rifiuti organici, quali potature di siepi, foglie, corteccia, zolle radicali ecc.

    • Frese per silos

      Le catene RÜBIG modello HV utilizzate nelle frese per silos garantiscono, rispetto ad altri tipi di catene, una vita utile notevolmente più lunga. Lo smontaggio manuale facilita inoltre la manutenzione e la sostituzione di singole maglie della catena per un allineamento ottimale degli elementi con lame e brocce saldate. Per applicazioni in miscelatori per mangimi e nelle frese per silos utilizzate ancora oggi, le catene RÜBIG sono appositamente realizzate ad alto carico di esercizio e ad alta resistenza all’usura.

    • Impianti di riciclaggio

      La rimozione sotto il martello avviene mediante un trasportatore di scorie a catena, sviluppato espressamente per il riciclaggio. Con l’aiuto della catena RÜBIG T100HV il materiale triturato (calcinacci, pietre, terra ecc.) viene continuamente allontanato dal martello.

    • Impianti di filtrazione a nastro

      I filtri per gravità a nastro vengono impiegati per la pulizia continua di liquidi, in particolare fluidi per la lavorazione dei metalli, acqua di raffreddamento e lubrificanti per laminazione. Una pellicola di filtrazione posta su nastro trattiene le impurità. Il nastro è collegato su entrambi i lati a catene RÜBIG T49 INOX in movimento che, contemporaneamente, lo dirigono, lo tirano e lo spingono.

    • Spargitore di letame

      Grazie alla resistenza allo sporco, la catena RÜBIG risulta ottimale per l’impiego in spargitori di stallatico, fanghi di depurazione ecc. Le ampie superfici delle maglie impediscono una rapida usura o l’allungamento della catena. È indicata sia come catena di spinta che come catena trasportatrice. Un’applicazione tipica è il fondo a raschiamento, come tipicamente presente in tutti gli spargiconcime o spandiletame agricoli, ad es. quelli della von Tebbe e della HAWE-WESTER. Un’altra applicazione di queste maglie per catena, fucinate in acciaio da bonifica, è come catene di fondi a raschiamento per spargitori di calce e cemento (ad es. nelle macchine dell’Azienda Streumaster) nella costruzione delle strade. Se lo spargitore è adeguatamente dimensionato, la catena RÜBIG consente anche lo spargimento di calce viva. 

    • Raccoglitrice per rape

      Per la sua resistenza all’usura questa catena a maglie è utilizzata anche da tutte le macchine raccoglitrici prodotte dall’Azienda Holmer. Ragione principale è l’affidabilità richiesta dalle raccoglitrici per rape: da questo tipo di macchine ci si aspetta che i componenti soggetti a usura abbiano una vita utile minima di un’intera stagione.

       

  • Direzione di movimento

    Le catene RÜBIG possono muoversi in entrambe le direzioni. In caso di sporcizia é tuttavia preferibile che il gancio venga posto nel senso di marcia (A). Con forze di trazione maggiori (raggiungendo nella fase più avanzata il 20% del carico di rottura) la catena dovrebbe essere montata all‘inverso (B), in questo modo i componenti della catena si staccano più facilmente dalle ruote motrici. È fondamentale che la catena sia posta sulla ruota dentata con la parte aperta del gancio verso l‘esterno. L‘azionamento dovrebbe, se possibile, essere disposto sul lato in trazione/ nel senso di trasporto (principale) richiesto.

     

  • Tendicatena

    • molleggiato da un solo lato

    • riserratura (senza molleggio)

    Il molleggio degli assi è sempre vantaggioso quando corpi estranei possono inserirsi fra la catena e la ruota.

     

  • Saldabilità

    Le catene RÜBIG possono essere facilmente saldate. Da notare tuttavia che nella saldatura di ganci e traversine le superfici snodabili non devono essere riscaldate ad una temperatura superiore a 250° C. La direzione di saldatura si deve sempre portare dalla parte più sottile a quella più spessa della maglia della catena. Prima della saldatura del secondo lato, lasciare raffreddare le maglie della catena in aria statica! Nell‘applicazione della saldatura alle catene „HV“ raccomandiamo che dopo la saldatura a 190°C – 200°C esse vengano allentate per un’ora. Se non fosse possibile impedire il surriscaldamento delle maglie, per via della grandezza, del numero o della sezione trasversale delle maglie da saldare oppure nel caso che esse presentino una struttura di tempra senza difetti, le catene possono essere rispedite dopo la saldatura alla nostra azienda per un‘ulteriore bonifica.

     

  • Supporto per catene – Attacco del traversino

    Alle catene Rübig si adattano in particolare supporti in acciaio o rotaie speciali in ‘Robalon’ (materiale plastico). La maglia di catena deve essere saldata al trascinatore in modo tale che quest’ultimo si muova sul supporto senza che la catena entri in contatto con il supporto stesso.

     

  • Giunto di sicurezza

    Per un esercizio senza inconvenienti e per motivi di sicurezza raccomandiamo il montaggio di un giunto di sicurezza meccanico. In alternativa risultano indicati per la protezione da sovraccarico anche dispositivi adeguatamente dimensionati e regolati, quali spine di sicurezza, protezioni elettriche da sovraccarichi e, negli idromotori, trasmissione a cinghia o limitatori idraulici.

     

  • Catene in movimento parallelo

    Nel caso di due o più tratti di catene che corrono paralleli e sono collegati con listello di trascinamento, è possibile ricevere senza sovrapprezzo le catene montate di uguale passo e lunghezza, legate a coppie.

     

  • Manutenzione / Cura

    Se non è possibile altrimenti, le catene RÜBIG possono lavorare senza particolare manutenzione. La durata di vita risulta comunque sensibilmente ridotta in assenza di regolare manutenzione. Raccomandiamo perciò l‘uso di olio per catene biologicamente degradabile (olio per motosega). In caso di esercizio sotto il materiale trasportato (in presenza di nastri a raschiatori) la catena, in particolare prima di essere posta a riposo stagionale per un periodo prolungato, deve essere pulita accuratamente, lasciata asciugare e oliata.

     

    Il fissaggio di un listello per un fondo a raschiamento può essere realizzato saldandolo direttamente alla catena. Una possibilità tecnicamente migliore è costituita dall’utilizzo di speciali elementi di trascinamento. In questo caso ogni listello raschiante viene avvitato insieme al listello di trascinamento ad una maglia a destra e a sinistra. L’elemento di trascinamento così realizzato viene bonificato dopo la saldatura in modo tale da creare in prossimità della stessa una struttura omogenea ottimale.